Bilancio ok. Lo certifica anche la nuova Amministrazione comunale

Bilancio ok. Lo certifica anche la nuova Amministrazione comunale

Venerdì 21 luglio, in Consiglio, con il voto favorevole alla salvaguardia degli equilibri, si è certificato il buono stato di salute del bilancio del Comune di Budrio, come risulta dalla corretta relazione del nuovo assessore.

Mi fa molto piacere che questa verità emerga con chiarezza, dopo anni di pesanti accuse sulla regolarità, la sostenibilità e il default del bilancio stesso, negli anni trasformatosi in Godot.
Anche il presunto “buco di bilancio”, evocato in queste settimane, non esiste e non è mai esistito. Una conferma positiva che arriva proprio dalla nuova Amministrazione e di cui si sentiva il bisogno.

Qui di seguito il comunicato del gruppo PD-BudrioPiù sul voto alla Salvaguardia di bilancio di venerdì 28 luglio in Consiglio comunale:

VOTO FAVOREVOLE AL (NOSTRO) BILANCIO, PRESENTATO DALLA GIUNTA MAZZANTI

Il Consiglio Comunale di ieri sera ha visto l’approvazione della Salvaguardia degli equilibri di #bilancio, ovvero la verifica delle entrate e delle uscite di cassa rispetto al bilancio previsionale.

Siamo partiti da un elemento di responsabilità, è evidente che l’amministrazione appena subentrata ha lavorato su un’impostazione di bilancio già delineata e ha avuto solo poche settimane per arrivare a questa scadenza, definita per legge.
Abbiamo quindi votato a favore, riconoscendo prima di tutto questo fatto.

In commissione abbiamo posto alcune domande specifiche e chiesto documentazione più approfondita, per poter valutare con più cognizione di causa gli interventi di questa amministrazione.

Le scelte ci sono: sono presenti variazioni di spesa davvero rilevanti su sport e cultura, vigileremo su cosa ne conseguerà e ci auguriamo che venga comunicato ai cittadini e alle associazioni in maniera trasparente.

NESSUN BUCO NE’ AMMANCO. IL BILANCIO E’ REGOLARE E SOSTENIBILE

Per concludere, abbiamo letto sui social (ma non sentito in consiglio comunale) il tentativo dell’amministrazione di descrivere questa salvaguardia parlando solo delle maggiori uscite rispetto al previsionale. E’ scorretto trattare le maggiori uscite senza citare il fatto che ad esse sono anche corrisposte maggiori entrate e minori uscite, anch’esse eredità di un lavoro già svolto.

Comprendiamo il tentativo politico dell’amministrazione di dipingere questo bilancio con i toni più foschi possibili: può anche essere efficace, almeno nel breve termine. Abbiamo votato a favore, ma ci teniamo a riportare le cose ad elementi di verità.