Home Biografia Idee Trasparenza
Giulio Pierini
SINDACO di BUDRIO
News
| Archivio News | Pagina corrente: Cari studenti, i...
Condividi:


Cari studenti, i protagonisti siete voi. Continuiamo così, insieme

Cari studenti, i protagonisti siete voi. Continuiamo così, insieme
Alla fine di un anno scolastico sono importanti i risultati scolastici ed è bello sapere che l'estate alle porte. Per qualcuno di voi è il momento degli esami e delle scelte, con l'apprensione e la curiosità per un nuovo cammino che sta per cominciare. Ma è anche il momento di fare un bilancio delle cose fatte. Ci siamo incontrati spesso da settembre a oggi e sono molto soddisfatto per le tante attività che avete svolto, l'impegno che ci avete messo e l'importanza dei contenuti che avete trattato. Spero che anche voi siate soddisfatti.

Mercoledì 11 maggio in teatro, prima dello spettacolo realizzato dal vostro laboratorio, ho detto che se penso ai giovani che vivono qui e alle azioni a loro rivolte, le prime cose che mi vengono in mente riguardano voi, le scuole superiori. Il rapporto comune-scuola è sempre delicato, perché non bisogna mai invadere i rispettivi ambiti; ma quando c'è collaborazione e condivisione degli obiettivi, i progetti si realizzano e acquistano valore. La stessa cosa vale, più in generale, per le relazioni tra scuola e territorio. Devo dire che negli ultimi anni stiamo vivendo una stagione positiva e fortunata, grazie all'impegno di tutti, alla vostra vivacità e al vostro protagonismo. E voglio dire di essere orgoglioso per ciò che avete/abbiamo realizzato quest'anno.

Penso al percorso sulla legalità e sulle infiltrazioni mafiose in Emilia-Romagna, realizzato insieme allo Spi-Cgil: un tema che interpella chi come me ha responsabilità pubbliche, ma è anche un tema riguarda tutti, perché vivere liberi dalle mafie è molto meglio che vivere nella paura, sottomessi a poteri criminali che incominciano a radicarsi anche qui da noi. E penso al progetto voluto dal nostro comune sul gioco d'azzardo, in cui oltre ai laboratori, alcuni di voi si sono potuti cimentare nell'insegnamento a ragazzi delle scuole medie. Un anno fa abbiamo deciso che il comune dovesse intervenire con forza sul tema delle slot-machine e delle malattie legate al gioco. Oltre ad alcune azioni “repressive” e di sensibilizzazione, abbiamo immediatamente pensato di partire dai più giovani: se s'impara subito a stare lontani da certe trappole è più facile continuare a farlo anche dopo, quando si diventa “grandi”.

Poi, grazie alla collaborazione tra la scuola, il comune e il nostro teatro avete potuto assistere a spettacoli di grande qualità e con tematiche molto importanti. Ne ricordo due in particolare: l'incontro con il giornalista Luca Telese sul ruolo e gli strumenti dell'informazione e lo spettacolo di una grande personalità del teatro italiano, Sebastiano Lo Monaco, che partendo dalla storia di Ulisse ci parla del rifiuto della guerra, valido sempre e ancora di più oggi.

Voglio complimentarmi, infine, per i contenuti delle vostre assemblee di istituto: il coraggio e lo sforzo di affrontare tematiche delicate e complesse come i cambiamenti climatici, la legalità, il valore della libertà nel mondo in cui viviamo. E' normale che qualche passaggio di questo percorso sia stato vissuto anche in modo superficiale o distratto. Ma sono convinto che questo ottimo lavoro abbia lasciato il segno e forse lo ricorderete ancora per molti anni. C'è un salto di qualità nella vostra riflessione e si percepisce l'urgenza di esserci e di mettersi in gioco.

Ci rivediamo a settembre perché possiate continuare a crescere insieme, come studenti e soprattutto come cittadini. Buone vacanze e bouna estate!

Giulio Pierini
Sindaco di Budrio



Altre notizie

Seleziona il mese

Seleziona l'anno
 
PER INFO

Contatti
NAVIGAZIONE

Biografia
Idee
Trasparenza
Multimedia
Newsletter
SOCIAL NETWORK

Giulio su Facebook
Giulio su Youtube
Giulio su Twitter
Giulio su Flickr
Giulio su Foursquare
ACCESSIBILITÀ

Questo sito, gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti indipendentemente dalla piattaforma usata. Il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del consorzio internazionale W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0; CSS3.